Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Sicurezza a Scuola

REGOLE COMPORTAMENTALI PER INSEGNANTI ED ALUNNI DA MANTENERE DURANTE LE EMERGENZE

  1. Mantenere sempre in ordine l'aula; tenere distanti i banchi dalla porta d’uscita; non porre zaini o cartelle in modo da ostacolare l'esodo.
  2. L'allarme e l'ordine dì evacuazione vengono impartiti dal Dirigente Scolastico o da persone incaricate delle procedure di evacuazione e vengono diffusi mediante sirena o ripetuti suoni della campanella.
  3. Attenersi alle disposizioni impartite dagli insegnanti.
  4. Eseguire l’immediata esecuzione dell'ordine impartito.
  5. Interrompere in sicurezza le attività e non soffermarsi a raccogliere ombrelli, borse e oggetti pesanti.
  6. Al momento dell'abbandono dell'aula mantenere la calma e non lasciarsi prendere dal panico.
  7. Dirigersi verso la zona di raccolta (luogo sicuro) seguendo il percorso indicato nella planimetria appesa nelle aule, lungo i corridoi e negli altri ambienti dell'edificio.
  8. Se la via di esodo prevista non è praticabile perché, ad esempio, impedita dalle fiamme o da altri ostacoli, occorre praticare uno dei percorsi alternativi previsti nella scheda di evacuazione e dove è possibile, ci si deve accodare ad un'altra classe che usa un'altra via di esodo.
  9. Si esce dall'aula se il corridoio è libero. Il capofila deve aspettare che passino le classi che hanno già impegnato il corridoio prima di uscire dall'aula, comunque non bisogna intralciare la fila delle atre classi. Il serrafila si deve assicurare che nessuno si attardi nell'aula e nei corridoi.
  10. Stare con i compagni della propria classe e, giunti nei luogo sicuro, allinearsi su due file in attesa dell'appello.
  11. Se ci si trova lontano dall'aula al momento dell'allarme, va utilizzata la via di esodo più vicina accodandosi alla classe che passa in quel momento. All'esterno, nel luogo di raccolta, ci si deve unire immediatamente alla propria classe.
  12. I disabili devono lasciare l'aula per ultimi ed essere aiutati dalle persone incaricate di tale compito (altri alunni, insegnati di sostegno, collaboratori scolastici).
  13. L’insegnante, quando lascia l'aula, deve portare con sé il registro di classe con il modulo di evacuazione per la segnalazione degli alunni mancanti o feriti.
  14. Raggiunto il punto di raccolta, l'insegnante fa l'appello e segna sull'apposito modulo gli alunni mancanti o feriti.
  15. Il docente responsabile della zona di raccolta assegnata ritirerà i moduli di evacuazione compilati e firmati dall'insegnante e dal serrafila e li consegnerà al Capo d'Istituto o al R.S.P.P, segnalando eventuali situazioni problematiche.
  16. Attendere insieme ai propri compagni e all'insegnante ulteriori disposizioni o la comunicazione di cessato allarme.
  17. Gli insegnanti non impegnati in aula dovranno collaborare nell'esecuzione delle operazioni.
  18. In caso di infortunio occorre segnalare subito il fatto e lasciare un adulto con i feriti che non possono abbandonare l'edificio scolastico.
  19. Tutte le persone presenti nell'edificio scolastico a qualunque titolo sono tenute ad abbandonare la scuola e a portarsi nella zona di raccolta. 

ATTI VIETATI DURANTE L’ESODO PER L’EMERGENZA

  • Usare l'ascensore.
  • Attardarsi a recuperare gli effetti personali, in aula, nei corridoi e negli spogliatoi.
  • Occupare il telefono necessario alle comunicazioni di richiesta di soccorso.
  • Scendere le scale di corsa.
  • Rientrare nelle aule o nei locali.Fermarsi nei punti di transito.
  • Marciare contro corrente al flusso di evacuazione.
  • Allontanarsi senza aspettare che sia stato effettuato l'appello nei punti di raccolta e senza aver ottenuto il permesso dell'insegnante. 

INDICAZIONI GENERALI PER L’ORGANIZZAZIONE DELLE EMERGENZE
ALL’INTERNO DELLE CLASSI

  • Tutti i docenti hanno il compito di prendere visione delle istruzioni di sicurezza inserite in ciascun registro di classe.
  • Il coordinatore di classe ha il compito di nominare gli alunni APRI (alunno seduto nel banco più vicino alla porta) e SERRA FILA (alunno seduto nel banco più lontano dalla porta).
  • Il coordinatore ha il compito di istruire i ragazzi in merito alle regole comportamentali da seguire durante l’evacuazione. 

NORME DI COMPORTAMENTO IN CASO DI TERREMOTO

Se ti trovi in un luogo chiuso:

  • Mantieni la calma
  • Non precipitarti fuori
  • Resta in classe e riparati sotto il banco, sotto l’architrave della porta o vicino ai muri portanti
  • Allontanati dalle finestre, porte con vetri, armadi perché cadendo potrebbero ferirti
  • Se sei nei corridoi o nel vano delle scale rientra nella tua classe o in quella più vicina
  • Dopo il terremoto, all’ordine di evacuazione, abbandona l’edificio senza usare l’ascensore e ricongiungiti con gli altri compagni nella zona di raccolta assegnata

Se sei all’aperto:

  • Allontanati dall’edificio, dagli alberi, dai lampioni e dalle linee elettriche perché potrebbero cadere e ferirti
  • Cerca un posto dove non hai nulla sopra di te; se non lo trovi cerca riparo sotto qualcosa di sicuro come una panchina
  • Non avvicinarti ad animali spaventati 

NORME DI COMPORTAMENTO IN CASO DI INCENDIO

  • Mantieni la calma
  • Se l’incendio si è sviluppato in classe esci subito chiudendo la porta
  • Se l’incendio è fuori della tua classe ed il fumo rende impraticabili le scale e i corridoi chiudi bene la porta e cerca di sigillare le fessure con panni possibilmente bagnati
  • Apri la finestra e, senza esporti troppo, chiedi soccorso
  • Se il fumo non ti fa respirare filtra l’aria attraverso un fazzoletto, meglio se bagnato, e sdraiati sul pavimento (il fumo tende a salire verso l’alto)
Allegati:
URL:Dimensione del FileModificato il
Accedi a questo URL (https://drive.google.com/open?id=0B8e2K79Y22UlTGdNR1oyeS01MGc)Regole comportamentali da seguire in situazioni di emergenza0 kB2015-10-03 17:02
Accedi a questo URL (https://drive.google.com/open?id=0B8e2K79Y22UldjN3U0JCTXNLTnM)Documento per la Valutazione dei Rischi0 kB2015-10-03 16:54